Scuola di Madrigali di Verona 2021-2022

nuovo anno, nuovo corso

 

assata la sbornia del Forte Polifonico, e dopo lunghe contrattazioni con i membri più attivi della Scuola, si è deciso una nuova modalità di lavoro per la Scuola di Madrigali di Verona, per quest’anno: dopo una cinquantina di pezzi, in tutto, studiati nel corso degli anni, abbiamo stabilito che era ora di approfondire il lavoro su una rosa di pezzi scelti: per ogni madrigale un gruppo di lavoro composto da cantanti che eseguono a parti reali, uno per voce, in modo da poter cogliere tutte le sfumature, gli scambi, le intenzioni che le voci del madrigale continuamente si scambiano.

Abbiamo stabilito un calendario di lavoro con un primo incontro con me presente, per avviare le danze; dopodiché ogni gruppo troverà propri modi e tempi per approfondire autonomamente il pezzo, e l’appuntamento sarà dopo circa tre mesi, ancora con me, per verificare quel che è successo nel frattempo. E poi vedremo che fare di questi madrigali.

I gruppi quindi son chiusi.

Ma, almeno per il primo incontro, lascio aperta la possibilità a chi voglia di partecipare come uditore, per annotare come procede il lavoro, ed eventualmente offrirsi come secondo in caso di assenze dei membri effettivi.

E, comunque, nel corso dell’anno la mia intenzione è di riproporre due o tre incontri alla vecchia maniera, grande gruppo e studio di pezzo nuovo; non se ne può fare a meno 🙂

Ecco il calendario definitivo degli incontri che i gruppi effettueranno con me – se qualcuno decidesse di partecipare, mi contatti per avere eventuale musica e luogo dell’incontro.

 

♦ lunedì 11 ottobre, dalle 18 alle 20

E dove non potea (Andrea Gabrieli)

♦ lunedì 11 ottobre, dalle 20,30 alle 22,30

Con suave parlar (Philippe Verdelot)

♦ lunedì 18 ottobre, dalle 18 alle 20

Ecco mormorar l’onde (Claudio Monteverdi)

♦ lunedì 18 ottobre, dalle 20,30 alle 22,30

Sì ch’io vorrei morire (Claudio Monteverdi)

♦ lunedì 25 ottobre, dalle 18 alle 20

O primavera (Giaches de Wert)

♦ venerdì 5 novembre, dalle 18 alle 20

Vestiva i colli (Giovan Pierluigi da Palestrina)

♦ venerdì 5 novembre dalle 20,30 alle 22,30

O sonno (Cipriano de Rore)

♦ venerdì 12 novembre, dalle 18 alle 20

Zefiro torna (Claudio Monteverdi)

♦ lunedì 15 novembre, dalle 18 alle 20

Andiamo a scuola putti (Giovanni Croce)

♦ venerdì 19 novembre, dalle 18 alle 20

La bella man vi stringo (Luca Marenzio)

♦ venerdì 26 novembre, dalle 18 alle 20

Cantavan quattro leggiadrette ninfe (Juan de Castro)

♦ lunedì 29 novembre, dalle 18 alle 20

Io tacerò (Carlo Gesualdo)

♦ venerdì 3 dicembre, dalle 18 alle 20

Il Gioco della Cieca (Giovan Giacomo Gastoldi)

♦ venerdì 10 dicembre, dalle 18 alle 20

Occhi miei che ridete (Marco da Gagliano)

♦ venerdì 17 dicembre, dalle 18 alle 20

Non mi toglia il ben mio (Marco Antonio Ingegneri)

♦ lunedì 20 dicembre, dalle 20,30 alle 22,30

La mia doglia s’avanza (Pomponio Nenna)

 


 

In anteprima: ci sarà un breve laboratorio di Scuola di Madrigali l’anno prossimo alla Civica Scuola Musicale di Milano. Seguono aggiornamenti.

 


Vuoi ricevere aggiornamenti specifici sulla Scuola di Madrigali? Iscriviti alla sua Newsletter dedicata:

Loading

 

Share:

Leave a Reply

(self made)