Io canterei d’amor

canzoni d'amore per coppia di ascoltatori

Eccolo qui il nuovo programma d’assolo, Io canterei d’amor, canzoni d’amore dai trovatori a Monteverdi, attraverso le sfumature di un sentimento universale e sopra il tempo.

Ho deciso questo programma durante le chiusure invernali dovute all’epidemia di Covid: sentivo che non ci sarebbe stato scampo per i musicisti, e ho colto alla lettera il ‘ne usciremo migliori’ del primo lockdown: ho deciso che avrei preparato un set di musiche polifoniche eseguite da solo, tra me e me, con le mie arpe, con cui ho un rapporto di amore e odio – va ben, mi son detto, facciamo che vince l’amore, e questo è stato il tema che mi ha accompagnato nella creazione e nello studio di questo programma.

Ho ampliato lo sguardo: son partito da Gaucelm Faidit, dalla lontananza dalla sua amata, e, attraverso l’ars nova, la frottola, il madrigale, sono arrivato alla canzonetta di Claudio Monteverdi (Sì dolce è’l tormento, che in realtà non è proprio un quadro amoroso d’esempio) e ho finito col balletto, di Giovangiacomo Gastoldi (e quale se non L’innamorato?) –  e poi, per finire con un bis di lusso, una canzone d’amore dei nostri giorni, scelta tramite un grande sondaggio proposto sui social sul finire del 2020, la più votata entro una rosa di 70 canzoni.

E poi ho pensato: di questi tempi, come sarà possibile fare un concerto? Gli assembramenti son pericolosi, muoversi è pericoloso, cantare è pericoloso.

Ecco allora la mia idea: musiche d’amore per una coppia di spettatori. Non di più. Seduti a distanza di sicurezza da me, metri e metri, con mascherina.

A casa mia, in studio o nella grande mansarda.

 


 

Lancio quindi la proposta: il programma è quasi pronto, apro già fin d’ora la possibilità di venirmi a far visita per sentirlo, per un massimo di due spettatori per volta (una visita da amici, una consulenza psicoacustica).

 

Qui sotto qui pubblico un calendario in cui è possibile prenotarsi: ho scelto una serie di date e orari che mi sembravano convenienti (che nel tempo potrebbero cambiare) e lascio a chi voglia venire la possibilità di prenotare; poi si arriva qui da me a Tregnago, ci si accomoda, io racconto un po’, poi canto 45 minuti di musica. Ringraziamenti e saluti.

Non pongo un biglietto. Lascio un’offerta libera attraverso PayPal.

Bene. Allora aspetto gli ascoltatori ospiti 🙂

Gaucelm Faidit, Lo rossignolet salvage

anonimo, Quando i oselli canta

Francesco Landini, Questa Fanciulla Amor

Johannes Ciconia, La fiamma del to amor

anonimo, Per la mya cara

Michele Pesenti, Ahimè lasso, ahimè dolente

Cipriano De Rore, Io canterei d’amor

Cosimo Bottegari, In Toledo una donzella

Claudio Monteverdi, Sì dolce è’l tormento

G. Giacomo Gastoldi, L’innamorato

 

Matteo Zenatti

voce e arpa salterio, arpa gotica, arpa rinascimentale

 

 


Scegli un orario dal calendario (puoi visualizzare un giorno per volta, o una settimana o un mese):

Cliccando su PRENOTA  prenoterai la data scelta.

Riceverai un’email per la prenotazione effettuata – è un processo automatico, potrebbe non accadere. In questo caso, per sicurezza, manda uno sms al 3479640311, così si formalizza la prenotazione direttamente.

Invierò un’email con le indicazioni su come e quando arrivare, ed altre eventualità da concordare.


Non sapendo di che colore sarà la regione Veneto nei prossimi giorni, ho posto questo orari con la massima fiducia, sperando sia possibile spostarsi – potrebbe capitare che in realtà i movimenti siano limitati ai comuni limitrofi, al comune, alla via, tra stanza e stanza. Nel qual caso, aggiungerò più avanti giorni per compensare i tempi perduti.

Share:
(self made)