Tristano e Isotta

musica, poesia e mito nel Medioevo italiano

Un progetto nato in duo con Paolo Borgonovo, utilizzando come fonte letteraria il Tristano veneto, una versione della storia di Tristano scritta in antico veneziano quattrocentesco. Dopo una replica in alto sulle alpi lombarde, in un anno imprecisato del primo decennio del XXI secolo, il progetto ha avuto uno sviluppo con l’inserimento di Elisabetta de’ Mircovich, e l’ampliarsi delle letture da altre fonti non venete. Ne parla Paolo Borgonovo nel suo sito qui.

In questa formazione ha debuttato in anteprima ad Anghiari nell’agosto del 2014, e poi il 5 settembre 2014 in Svizzera per il festival Cantar di Pietre, in un riuscitissimo spettacolo di lettura e musiche del Trecento. Dopo di allora, più nulla.

Restano come testimonianze: la trasmissione dedicata allo spettacolo dal programma Quilisma, della Rete Due della Radio della Svizzera Italiana, che è ancora possibile ascoltare in podcast (QUI il link)

Inoltre abbiamo un video estratto dall’anteprima di Anghiari:

E due registrazioni dal concerto di Bellinzona, in Svizzera.

Con dolce brama (Magister Piero (XIV sec.)

L’aspido sordo (Donato da Firenze – XIV sec.)


Share:
(self made)