Muoviti

passatempi alternativi

Chiuso in casa, apro l’agenda e comincio a cancellare appuntamenti, eventi, tutto azzerato fino al 2 aprile. L’ultima volta che ho visto il mio planning così deserto lo ricordo benissimo, è stato sette anni fa, ma dovevo fermarmi per un problema di salute, in qualche maniera non c’era alternativa.

Mentre ora mi ribello al fatto che alternative non ce ne siano. Ci siamo fermati, non possiamo svolgere il nostro bel lavoro come al solito, ma la fantasia galoppa, reagisce alla sfida, così come vedo capitare attorno a me, vedo gruppi al lavoro su Instagram, iniziative che corrono sulla linea telefonica. La creatività non ci manca, quella resta sempre.


Ho tentato prove via Skype, fra poco mi rimetto a suonare davanti al microfono in casa, ma ho voglia anche di tentarne un’altra, perché no?

Come sempre, preambolo: son musicista di musiche antiche, ho sviluppato un minimo di competenza approfondita almeno sulla musica del periodo rinascimentale, anche se canto anche altro.

Perché non approfondire la conoscenza del linguaggio musicale scritto del Rinascimento in compagnia di qualcuno?

Per cui, proposta: attivo piccole lezioni gratuite di notazione rinascimentale, le basi, per scoprire come si scriveva e si cantava la musica di quel periodo, via Skype. Ho ripreso in mano questa piattaforma, funziona, perché non usarla? Mi rendo disponibile, prendendo appuntamento contattandomi per tempo a lavorare con chi ha voglia, anche solo per curiosità, o per approfondire conoscenze musicali di musica più ortodossa. Piccole lezioni di 30 minuti, ripetibili.
Non richiedo grosse conoscenze musicali. All’epoca, dopotutto, partivano proprio da quel che insegno io.

È un piccolo modo, forse esotico, per passare ore che possono essere vuote in questo esilio per chi è chiuso a casa, o per chi la sera era abituato a ben altro. MA VUOI METTERE UN PO’ DI CONOSCENZA DELLE PROLAZIONI AL POSTO DELL’APERICENA?

Certo. Dai. Vi aspetto.

Share:

Leave a Reply

(self made)